lunedì 10 novembre 2014

il primo genocidio del Novecento



Le persecuzioni e i massacri che gli armeni subirono dai turchi (per tradizione musulmani) sfociarono nel genocidio nel 1915. Il movimento dei Giovani Turchi temeva che durante la guerra i cristiani armeni si schierassero con i cristiani russi, quindi li massacrarono e li deportarono con la forza, uccidendone da uno a due milioni.
 

Mentre la grande guerra era in corso, si pianificava così nell'impero ottomano il primo genocidio del Novecento: il massacro del popolo armeno.
La religione cristiana era la loro colpa principale. A questa si aggiungeva la simpatia della Russia per i cristiani colpiti dalla repressione, in campo in quel periodo contro la Germania e la Turchia.


Si consumava così, quasi nascosto dalla più grande tragedia bellica in corso, il primo genocidio del Novecento


Ecco cosa accadde allora e cosa oggi si dice sulla tragedia negata

Nessun commento:

Posta un commento