giovedì 23 aprile 2015

corri Vittorio verso la libertà






E' il 28 marzo 1944. Vittorio Meoni è uno studente di Scienze politiche dell'Università di Firenze che - a poco più di 21 anni - ha già conosciuto il carcere e la tortura, per le sue idee antifasciste. Da alcuni giorni è diventato uno degli uomini della brigata partigiana "Spartaco Lavagnini" quando sul Montemaggio, in provincia di Siena, dopo una battaglia vengono fucilati in 19. Lui riesce a scappare nel bosco, nonostante sia stato costretto a sedersi davanti al plotone per aspettare la raffica. Ferito, verrà portato in ospedale con l'aiuto di una famiglia contadina e di un medico sfollato nella zona. Lì sarà arrestato ancora e poi di nuovo liberato, con un ordine falso di scarcerazione. Continuerà a ricordare anche per gli altri. A cercare la libertà nell'impegno civile